I magazzini generali sono infrastrutture con lo scopo di agevolare e pianificare gli scambi, con i seguenti compiti:

  • custodia e conservazione delle merci e derrate depositate, sia nazionali che estere
  • rilascio, ai depositanti che ne facciano richiesta, di speciali titoli di commercio denominati “fede di deposito” relativa alla titolarità della merce e “nota di pegno” relativa a un diritto di garanzia sulle merci depositate
  • vendita volontaria o forzata ai pubblici incanti delle merci depositate.

Requisiti soggettivi

Al fine di esercitare l’attività è necessario essere in possesso delle competenze previste dalla normativa antimafia e i requisiti morali.

Requisiti oggettivi

Gli ambienti dove viene esercitata l'attività devono presentare una destinazione d’uso che rispetti il piano urbanistico comunale 

Devono attenersi alle norme e alle prescrizioni proprie dell’attività, per esempio quelle in materia d'igiene pubblica ed edilizia, urbanistica, tutela ambientale e della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria.

Approfondimenti Normativi: 
Cauzione

L'esercente, a garanzia delle obbligazioni verso l'erario, i depositanti e loro aventi causa, ha l'obbligo di prestare una congrua cauzione nella misura, che sarà determinata dal Ministero dello Sviluppo Economico (Regio Decreto 16/01/1927, n. 126, art. 2 e Circolare ministeriale 20/09/2016, n. 3693/C).

Lo svincolo della cauzione deve essere richiesto al Ministero dello Sviluppo Economico simultaneamente alla presentazione della segnalazione certificata d'inizio attività per cessazione dell'attività.

Sportello Telematico Val Brembilla